Nasce la nuova Confapi Calabria

Il Consiglio Direttivo di Confapi ha deliberato l’adesione dell’associazione calabrese UnionPMI alla Confederazione Italiana della Piccola e Media Industria Privata sancendo di fatto la nascita della nuova Confapi Calabria.

Ne dà notizia il presidente nazionale di Confapi Maurizio Casasco che, si legge nella comunicazione formale, riconosce “l’Associazione presieduta dall’imprenditore Francesco Napoli  quale unico soggetto titolare della rappresentanza Confapi in Calabria a livello regionale e nelle singole province”.

Nelle intenzioni del presidente Napoli, ed in sintonia con i vertici nazionali anch’essi recentemente rinnovati, Confapi Calabria dovrà essere un innovativo punto di riferimento per la piccola e media impresa calabrese.

“E’ con un senso di profonda consapevolezza che accolgo l’importante incarico affidatomi, per il quale ringrazio il Presidente nazionale Casasco ed il Direttore Generale Occhipinti, insieme a quanti hanno creduto nella necessità di un uovo corso. Quasi una sfida – dichiara Napoli – in una regione che, oltre a pagare gravi ritardi, oggi sconta gli effetti pesanti della crisi. Ma non è il momento di guardarsi indietro. La nostra Confapi non a caso sarà 2.0, volendo con il linguaggio dell’era digitale testimoniare il carattere innovativo che daremo ai servizi per l’impresa e, nello stesso tempo, l’importanza che riconosciamo alla interazione tra associazione e imprenditori. E’ il valore positivo della squadra che animerà il nostro lavoro e , con questo spirito, faremo grandi cose”.

In quest’ottica il presidente Napoli annuncia che uno dei primi atti di Confapi Calabria sarà il monitoraggio della spesa pubblica, nelle sue diverse fasi. “Non siamo contro la burocrazia, ma apprezziamo quella che facilita e non quella che affossa l’impresa, quella che ha sì il dovere di controllare che i finanziamenti ricevuti vengano spesi correttamente, ma che deve garantire all’impresa il diritto a tempi certi e procedure snelle”.

La nuova Confapi Calabria, che nasce con una dote di circa 500 piccole e medie imprese, ha il suo direttore generale in Pasquale Mazzuca, affermato consulente del lavoro. Nei prossimi giorni sarà definito il nuovo organigramma e pubblicato il sito internet.