Ambrogio punta all’entrata in borsa

Riccardo Signorini nuova sede Ambrogio Prato

Riccardo Signorini nuova sede Ambrogio Prato

Novità in casa Ambrogio: l’azienda toscana. creata poco più di un decennio fa da Franco Tocci e Riccardo Signorini e forte di un fatturato in continua ascesa, ha deciso di puntare alla quotazione in Borsa.

Il nuovo piano industriale di Ambrogio prevede il rafforzamento della rete commerciale in tutta Italia, l’efficientamento dei processi di produzione e di gestione aziendale, oltre ad un’ulteriore implementazione del reparto Ricerca & Sviluppo, fiore all’occhiello dell’azienda, al fine di diventare,nell’arco di tre anni una delle protagoniste dell’AIM, il Mercato Alternativo del capitale, listino riservato alle piccole e medie aziende ad alto potenziale di crescita.

 

“ Siamo consapevoli che dovremmo lavorare di più e ancor meglio per raggiungere gli alti standard necessari – dice Riccardo Signorini, consigliere delegato di Ambrogio – Puntiamo alla quotazione in borsa per diventare più grandi ed essere in grado di fare ulteriori investimenti. Speriamo di essere un esempio per tanti altri imprenditori italiani: noi crediamo che qui in Italia si possa ancora fare impresa, ed essere competitivi.”

 

Voi avete sempre puntato sul “made in Italy. Come mai”?

“Fin dall’inizio abbiamo scelto seguire la strada del prodotto totalmente italiano e interamente sviluppato al nostro interno – dice Riccardo Signorini – e abbiamo creduto nei giovani talenti italiani che a nostro avviso anche in campo tecnologico non hanno nulla da invidiare alle “menti” straniere.”

 

Ambrogio punta in alto con il suo “gioiello”: YouNeed, (www.youneed.com), che nel settore ICT è il prodotto più smart e innovativo di cui un’azienda si possa dotare in questo momento. Lanciata allo Smau lo scorso anno, è la piattaforma che ha segnato la rottamazione dei vecchi centralini telefonici, facendo dimenticare per sempre anche i costi di manutenzione e riparazione dell’hardware.

“Grazie ai nostri ingegneri e sviluppatori software, – prosegue Signorini – abbiamo creato piattaforma che gestisce telefonia, internet e comunicazione aziendale in modalità cloud. E’ il nostro prodotto di punta ed è diventata in questi giorni la più completa del mercato grazie alle nuove funzioni messe a punto: E’ uno strumento completo, estremamente flessibile e semplice da usare, e ha anche il vantaggio che il costo del traffico telefonico e internet viene azzerato per i nostri clienti.”

 

Infatti Ambrogio con YouNeed può “regalare” il traffico telefonico (fino a 6000 minuti verso tutti): YouNeed in versione base costa all’azienda cliente 9,99 euro al giorno, senza alcun altro costo aggiuntivo. Questa piattaforma permette la rottamazione dei vecchi centralini telefonici offrendo una serie di vantaggi, è il risultato di anni di ricerca e sperimentazioni condotte all’interno di Ambrogio, grazie alla start-up Ambrogio Next,, utilizzando tecnologia italiana al 100%.

 

Con YouNeed Ambrogio vuole conquistare l’Italia e l’Europa. Da qui, la nuova strategia, che vedrà l’azienda toscana concentrare investimenti ed energie nello sviluppo del prodotto e della rete commerciale, rinunciando ad altri investimenti, come per esempio il Team nel Motomondiale Moto 3 . “Restiamo tra gli sponsor, ma non più come title: anche il Team era per noi una specie di start-up – dice Signorini – e la forza propulsiva in tre anni è stata reciproca, dando ottimi risultati da una parte e dall’altra. Restiamo invece nel Prato Calcio con il 10% della proprietà e il nostro presidente di Ambrogio, Franco Tocci, alla vicepresidenza della squadra.”

 

Per le sfide che l’attendono, l’azienda pensa anche a nuove figure professionali: al momento cerca altri sviluppatori software per la sede di Barberino Val d’Elsa. In prospettiva, nuovi agenti per il reparto commerciale in varie zone d’Italia.