Genere e ITC

La politica europea ha puntando sulle tecnologie digitali come strumento per l’eliminazione dei divari e l’inclusione sociale, avendo proclamato il 2008 “Anno europeo per l’e-inclusion” e sostenendo con appositi programmi l’accesso delle donne alle Ict.Gli indici relativi alla formazione delle donne in discipline informatiche e all’impiego femminile nell’Ict sono ancora bassi, sia nel nostro Paese, sia in ambito europeo. Si è invece ridotto in Italia, rispetto agli anni precedenti, il divario tra uomini e donne in relazione all’uso del pc e di Internet: secondo i dati Istat, è praticamente inesistente sino ai 34 anni, mentre si accentua dai 35 in poi. In particolare, le donne fuori dal mercato del lavoro sono anche escluse dall’accesso alla rete. Evidentemente c’è un nesso fra questi fenomeni.