Personalizzazione Artigianale e Produzione Industriale

L’industria europea affronta quotidianamente una crescente pressione competitiva, dovuta alla presenza sul mercato mondiale di paesi che offrono manodopera a basso costo per la realizzazione di prodotti labour-intensive. Non si tratta però solamente del costo della manodopera: questi paesi, Cina in testa a tutti, stanno modernizzando rapidamente i propri mezzi produttivi, avvicinandosi sempre più a quella “qualità” e a quegli “standard produttivi” che dovrebbero essere caro scudo ed elemento distintivo europeo, almeno nella mente di chi la Cina non l’ha mai visitata attentamente. In questo contesto di trasformazione, in parte avvenuta, in parte a venire (anche alla luce dei recenti eventi economici), è necessario comprendere come competere in termini di “puro costo” sia un’opzione chiaramente non sostenibile per il manifatturiero europeo.

Una PMI italiana alla guida di un progetto EU

La storia della Alesamonti srl di Barasso, in provincia di Varese, rappresenta un modello di assoluta eccellenza per il mondo delle PMI. Alesamonti, infatti, è una piccola realtà industriale con circa 50 addetti, specializzata nella produzione di fresatrici e alesatrici. Circa tre...
Read More

Verso un nuovo rinascimento lombardo

La Lombardia è la regione che più contribuisce alla ricchezza del nostro Paese. Nel 2008, alla vigilia della crisi, il sistema lombardo ha prodotto più di un quinto del PIL nazionale, confermando lo stato di salute in cui versavano le sue imprese, capaci di far fronte anche alla concorrenza proveniente dai Paesi emergenti.