L’Isfor Api continua il suo viaggio in Europa

L’Isfor Api – Istituto di Formazione dell’Api Sarda, continua a lavorare in Europa. È stato approvato, infatti, un altro progetto a valere sulle risorse del Programma di Azione Comunitaria per l’Apprendimento Permanente LLP 2010. Genti – Scuola delle competenze – Borgo dei mestieri, è un progetto di trasferimento degli approcci e metodi innovativi propri della Scuola delle Competenze, creata in Sardegna per operare a favore di persone con lieve deficit cognitivo e potenzialmente inseribili nel mercato del lavoro. La partnership è costituita dall’Isfor Api che è capofila, dal CESPIM Centro Studi per l’Innovazione d’Impresa, dall’Associazione Piccole Industrie Lecce, dal C.S.A.P.I. Consorzio Servizi Artigianato e Piccola Industria, dalla Fondazione OZEV – Turchia, dalla Municipalità di Sykies – Grecia. L’inserimento lavorativo è protagonista indiscusso del progetto di trasferimento, anima i percorsi e ne rappresenta il fulcro secondo la formula scuola-lavoro/lavoro-scuola. La Scuola delle competenze – Borgo dei Mestieri, sarà trasferita in Grecia e Turchia. I paesi partner, sono accomunati da medesimi bisogni nell’ambito della disabilità e dalla forte rilevanza del fenomeno. In Turchia il 12% della popolazione è disabile, in Grecia ben il 18%. È di particolare importanza dunque il trasferimento di tali modalità e approcci in questi paesi che, attraverso i partner operativi ΔΗΜΟΣ ΣΥΚΕΩΝ (Municipality of Sykies) per la Grecia e Türkiye Özürlüler Eğitim ve Dayanışma Vakfı (Fondazione ÖZEV) per la Turchia, hanno manifestato un notevole entusiasmo per la realizzazione del progetto GENTI. La particolarità del progetto, consiste anche nel trasferimento della buona prassi dalla Sardegna alla Puglia. Il CSAPI avrà un ruolo attivo nella fase di sperimentazione del modello, in virtù del legame diretto con il “mondo” della disabilità. La forza della partnership è garantita da sinergie consolidate e dall’elevata professionalità dimostrata sia in ambito formativo sia nell’inclusione socio-lavorativa. La rinnovata presenza del CESPIM, già operativo con l’Isfor Api nel progetto CRENDI, favorisce il consolidamento delle attività della partnership poiché, la struttura tecnica di CONFAPI nata per la promozione e la valorizzazione delle piccole e medie imprese, rivestirà un ruolo fondamentale nei processi di sensibilizzazione, di gestione dell’aggiornamento professionale degli operatori nel monitoraggio e valutazione. Api Lecce avrà un ruolo fondamentale nell’attivazione dei processi di inserimento lavorativo  e nella sensibilizzazione nel territorio, sia presso gli organismi istituzionali sia presso le aziende del territorio. Il sistema API, unito in questo progetto, permette di credere nell’attuazione, gestione e realizzazione di un progetto così delicato rivolto ad una parte debole della società europea. Il progetto è nato per rispondere alla forte necessità di integrazione sostenibile delle persone disabili nella forza lavoro. In armonia con l’articolo 26 della Carta europea dei diritti fondamentali, intende contribuire al riconoscimento ai disabili del diritto di “beneficiare di misure intese a garantirne l’autonomia, l’inserimento sociale e professionale e la partecipazione alla vita collettiva”.L’Isfor Api, fortemente sensibile alle tematiche relative all’inserimento lavorativo e sociale, insieme alla partnership, vuole contribuire al miglioramento della società, partendo dal basso. Pensare globale, agire locale. Un motto caratterizzante l’attività dell’Isfor Api, affinché il concetto di solidarietà possa pervadere anche il più complesso mondo delle imprese e da qui partire per supportare i più deboli… in qualunque parte del globo essi vivano.

Gabriella Longu
Isfor Api