Dal 1° luglio 2018 sono operative le nuove prestazioni Enfea, definite con Cgil-Cisl-Uil, a favore delle aziende e dei
loro dipendenti. Tali prestazioni si aggiungono a quelle già esistenti. Le nuove prestazioni sono le seguenti:

Per le aziende:

– Contributo per acquisto e formazione sull’utilizzo defibrillatore;

– Contributo per inserimento lavoratori disabili ex legge 68/99;

– Contributo per la formazione di lavoratrici madri per reinserimento al
lavoro post congedo maternità.

Per i lavoratori:

– Contributo per l’utilizzo dei servizi per l’infanzia (Asili nido/Baby
sitter)

– Contributo per l’assistenza alla non autosufficienza (legge 104/90).

Possono essere richieste dalle aziende che applicano i CCNL Unionchimica, Uniontessile, Unigec, Unimatica, Unionalimentari, Unital e Confapi Aniem (per i comparti non edili) purché in regola con le contribuzioni obbligatorie contrattualmente previste.

Le nuove tipologie di prestazioni contribuiscono a rendere Enfea uno strumento di eccellenza nell’ambito delle relazioni sindacali e consentono alle aziende e ai lavoratori di usufruire di una specifica gamma di interventi in materia di welfare e di sostegno al reddito.

Partirà a breve una campagna di informazione sui territori con iniziative che stiamo definendo con le organizzazioni sindacali. Nel frattempo, chiedo il vostro contributo nel dare il maggior risalto possibile sul territorio alle nuove prestazioni di Enfea, informando tutte le aziende associate attraverso i vostri canali di comunicazione.

Sul sito istituzionale www.enfea.it

Related Posts

Unionmeccanica Confapi e sindacati accordo unitario negli interessi di aziende e lavoratori
Unione Europea, non solo economica: intervento del Presidente Casasco
Confapi al tavolo per progetto “Casa Italia”